Abbots 2015…più partecipata. Riuniti i sindaci della Via degli Abati.

Si è svolta venerdì 6 giugno, nella sede del Palazzo della Provincia di Piacenza, la riunione delle istituzioni e delle associazioni partecipanti all’organizzazione dell’Abbots, l’ultratrail storico che gestiamo da ormai 8 anni.
Il proposito era quello di fare emergere soprattutto i punti critici e le migliorie da apportare, in modo di continuare la ricerca delle collaborazioni e delle interazioni tra i volontari, soccorsi e istituzioni.
Ci siamo quasi riusciti, in quanto non tutti erano presenti, ma l’intento generale è di coinvolgere sempre più, cercare e migliorare su un tracciato in linea di 125 km d’appennino.

Elio Piccoli presidente Lupi d'Appennino illustra i dati raccolti

Elio Piccoli presidente Lupi d’Appennino illustra i dati raccolti

Su tutto è emersa la volontà di continuare, di creare punti di contatto e comunicazione, non ultimo, anzi primissimo il coinvolgimento della Regione Emilia Romagna e, perché no, della Regione Toscana visto che fino ad oggi siamo partiti in quel di Pontremoli (Massa).
Una novità assoluta sarà l’intenzione di invertire, ad anni alterni la direzione della corsa, partendo anche da Bobbio, per dare modo a tutti di vedere di giorno anche il tratto piacentino, sia da parte degli spettatori che da parte dei concorrenti.
Presenti 15 rappresentanti di varie associazioni e comuni, tra i quali Bobbio, Farini, Pontremoli e Bardi assenti “ingiustificati” Borgo Val di Taro e Coli.
Bella sorpresa da parte dell’Albergo Trattoria dei Cacciatori di Mareto con l’appassionato (cavaliere nel senso di trekking a cavallo) Renzo Demicheli che si è offerto di gestire il ristoro al Fontanone di Mareto (Farini) molto prossimo alla famigerata (per l’impegno fisico da parte dei concorrenti) Sella dei Generali, con il chiosco delle feste della Proloco.
WP_20140606_003[1]
Dopo la bellissima sorpresa 2014 della famiglia privata al Molino dei Mortè, che ha gestito in modo superlativo l’omonimo ristoro, arriva un aiuto concreto anche dai privati di Mareto, contribuendo a dare una mano (grandissima) agli organizzatori ma soprattutto alla sicurezza degli atleti.
Alla riunione durata un paio di ore erano presenti il responsabile al turismo e Sport della provincia di Piacenza Fabrizio Bernini, i sindaci Mazzocchi di Farini e Pasquali di Bobbio, l’assessore Solari di Bardi, l’assessore Lecchini di Pontremoli, il presidente della Via degli Abati prof.Luciano Allegri, SOPRIP con Giuseppe Orlandazzi, Elisabetta Virtuani di Bloomet e i rappresentanti delle associazioni Il Cammino di Bardi, Emilio e Grazia e naturalmente noi dei Lupi d’Appennino.
Lascio per ultimo, ma non ultimo, per gli onori della cronaca, il dott. Giovanni Magistretti sempre presente, padre della riscoperta della Via degli Abati, e oramai prossimo al collegamento della Val di Susa a Pavia che risulta già parte del percorso francigeno e storico passaggio di San Colombano verso Bobbio.
Ancora una volta siamo in prima linea per l’Abbots…..Regione Emilia aspettaci !!!! … e non solo per l’Abbots …. ;-)) intesi !!!

Advertisements
Categorie: The Abbots Way 2014 | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: